#iorestoacasa

La sfida è quella di aderire all’appello e di contribuire alle misure di contenimento del #coronavirus, promosse dalle autorità competenti, annullando o rinviando tutti gli incontri in programma e facendo la parte più importante: #iorestoacasa

I corsi di cucina al Garden sono sospesi, riprenderanno, ancora più fitti, ancora più interessanti, appena avremo vinto la sfida con il virus. Per me è un grande sacrificio, ma so che ci rivedremo tutti con tanta voglia di nuovo e di freschezza.

Nel frattempo #iorestoacasa e provo nuove ricette, studio gli ingredienti migliori per rafforzare il mio sistema immunitario (già che ce l’ho un po’ scadente).

Analizzo e collaudo ricette da fare con i bambini, così li teniamo impegnati, senza la solita TV.

Un po’ come quando ero piccola io, prima stavo con nonna a fare le frittelle, la crema, la piadina, poi guardavo “La nonna del Corsaro Nero”, poi pulivo i piselli o sbucciavo le patate. La Tv si accendeva solo ogni tanto, per il resto del tempo stava spenta e i nonni raccontavano e insegnavano.

Allora, facciamo così: ogni giorno vi racconto cosa far fare in cucina ai vostri bambini, oppure cosa cucinare per voi e per tutti qualcosa di semplice e sano, buono e saporito.

Divertitevi quando cucinate!

Pancake

PANCAKES ALL’ORIGANO

250 gr di farina di farro
250 ml di latte intero
2 uova
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 cucchiaino di sale fino

1 cucchiaino di curcuma
Origano

Mescolare la farina e il sale.

Sbattere le due uova e successivamente aggiungere la farina e la curcuma.

Amalgamate e  aggiungete il latte continuando a mescolare.

Quando l’impasto sarà omogeneo, unite l’origano e il lievito.

Scaldate una padella antiaderente e cuocete i pancake versando 3 cucchiai di impasto quando sarà ben calda.

Cuoceteli 2 minuti per lato: capirete che vanno girati quando iniziano a fare le bolle nella parte che è ancora cruda.

Quando il pancake sarà cotto, toglietelo dalla padella e mettetelo su un piatto.

Mettete i pancake pronti uno sopra l’altro e copriteli con un canovaccio per mantenerli caldi, perché vanno serviti e mangiati caldi.

Terminata la cottura scatenate la fantasia dei bambini e lasciate a loro il compito di farcire con formaggio o altro (mia nipote li sovrasta di salmone)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...