Cucinare gli scarti di verdura

Scarti di verdura:ravanelli, rape, cipolle, broccoli e tanti altri.

Non buttarli via, sono  ricchi di vitamine e minerali,sono  buoni alleati della salute e si cucinano facilmente: si adattano bene alla preparazione di brodi, purè, pesti, zuppe e sughi.

Le foglie delle carote, o gli steli di cipolle e scalogni, ad esempio, rappresentano una buona fonte di carotene e anche di acido folico, vitamina che combatte l’anemia, essenziale prima e durante una gravidanza.

Anche gli scarti di broccoli e cavoli sono particolarmente poco calorici e ricchi di calcio.

Gli scarti di patate, carote o di zucchine fanno buona una zuppa

Gli scarti di ravanelli, broccoli, rape… arricchiscono di carotene e minerali un purè di patate

Gli scarti di cipolla e di scalogno possono essere utilizzati come l’erba cipollina, oppure cotti e tritati aggiunti a cereali e legumi o alle uova per preparare delle omelette.

Perché gli scarti di verdura abbiano proprietà nutrizionali, è necessario sceglierli freschissimi, molto colorati e scartare quelli molli

Realizzare specialità con parti di cibo che altrimenti avremmo buttato via è un’arte che le nostre mamme e nonne usavano quotidianamente.

Una forma ingegnosa di utilizzo dei prodotti alimentari, che può essere fatta da tutti in cucina, è quella di imparare a cucinare anche le parti di verdure e carni che solitamente si scartano o che avanzano dalla preparazione di una ricetta precedente.

Il dado vegetale fatto in casa con gli scarti degli ortaggi  è fatto solo con verdure e sale e ha costi ambientali decisamente inferiori rispetto a quello di produzione industriale.

Inoltre non c’è nessun imballaggio di carta e alluminio da smaltire.

dado

Dado vegetale con scarti

Ingredienti

Bucce e scarti di carote

Foglie e parti dure di sedano

Scarti di pomodoro, di zucchine, di zucca

Parte verde di cipollotti

Parti verdi di porro

Bucce e radici di cipolla

Gambi di prezzemolo, basilico, menta, origano e timo

Aglio con buccia

Sale Grosso (1/3 del peso totale delle verdure)

Lavate bene gli ortaggi.

Tagliate bucce e ortaggi grossolanamente e pesateli.

Calcolate 1/3 del peso degli ortaggi in sale grosso. (Io uso Sale Dolce di Cervia)

Essiccate in padella tutti gli ortaggi fino a quando avranno perso l’umidità. Frullateli poi con il sale, tanto da ottenere una polvere che conserverete nei vasetti in dispensa da consumare entro 4 mesi.

Per un risultato più duraturo aumentate il quantitativo di sale fino a metà del peso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...